Stato Civile, da domenica su Rai 3 la nuova stagione – gli spot

di

2716 1

Domenica sera, alle ore 23:40 su Rai 3, tornerà Stato Civile, programma che nella scorsa stagione tv ha raccontato le storie delle prime coppie LGBT che si sono unite civilmente dopo l’approvazione della legge Cirinnà.

Dopo aver vinto il premio Agedo e il Diversity Media awards come miglior programma televisivo dell’anno, “Stato Civile” torna con una nuova stagione, attraversando l’Italia per far emergere il vissuto di tante persone omosessuali.

Storie di vita solitamente escluse dalla narrazione televisiva, uomini e donne straordinariamente normali, che hanno raccontato le difficoltà del loro percorso e la gioia di avere finalmente una legge dello Stato dalla propria parte. Nella prima puntata che andrà in onda questa domenica si racconteranno le storie di Dina e Francesca (Milano) e di Marco e Filippo (Firenze).

Francesca (58) e Dina (78) stanno insieme da più di 40 anni. Dina è l’acconciatrice che ha fatto la storia del mondo artistico a Milano con il suo famosissimo Drugstore, laboratorio nel quale sono passate star come Mina e fotografi del calibro di Helmut Newton. Nel ’77 conosce Francesca, una diciannovenne appena uscita dal collegio con la passione per la fotografia. Fra le due nasce da subito un rapporto profondo, che attraversa quasi mezzo secolo e che le unisce tutt’ora in un legame inossidabile. La loro vita è stata piena di gioie, ma anche funestata da un evento tragico che non ha impedito alle due donne di continuare ad amarsi e a vivere l’una per l’altra.

Filippo e Marco sono un ingegnere e un avvocato di 36 e 38 anni, stanno insieme da 12 anni e convivono da 5. Hanno avuto entrambi un percorso di scoperta e accettazione dell’omosessualità lento e graduale. Un percorso non facile, in particolare per Marco, che temeva le reazioni della famiglia e soprattutto del padre. Marco ha detto alla madre di essere gay dodici anni fa, ma insieme hanno deciso di non dire niente. Il padre di Marco ha sempre pensato infatti che Filippo fosse solo il coinquilino del figlio. Con molta preoccupazione, Marco e la madre gli hanno confessato l’omosessualità di Marco quando sono stati costretti, a solo un mese dall’unione civile…

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...