2002: si sperimenta il vaccino anti-Aids

di

Partirà verso la metà del 2002 la prima sperimentazione umana di un vaccino "di nuova generazione", cioè a base di Dna, contro l'AIDS.

515 0

Partirà verso la metà del 2002 la prima sperimentazione umana di un vaccino "di nuova generazione", cioè a base di Dna, contro l’AIDS. Finora testato sulle scimmie ha dato eccellenti risultati, gli stessi che si sperano di ottenere sui 40 volontari coinvolti nella sperimentazione che avrà luogo in Australia.

L’obiettivo è quello di riuscire a stimolare il sistema immunitario a produrre i linfociti T killer, in grado di scovare e distruggere le cellule infettate dal virus dell’HIV. Il vaccino contiene circa il 60 per cento dei geni dell’HIV i quali non sono stati modificati per evitare la moltiplicazione del virus. I volontari saranno soggetti considerati non a rischio di contrarre l’HIV e se lo studio dimostrerà l’efficacia del vaccino ulteriori test saranno eseguiti anche nel continente asiatico dove l’HIV ha carattere endemico.

Un vantaggio dei vaccini di nuova generazione è quello di avere la caratteristica di essere poco costosi in quanto non richiedono refrigerazione.

Leggi   Arcigay e le polemiche sulla campagna Hiv/Aids
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...