Abbaglio a Il Giornale: associazione omofoba diventa “gay”

di

"Il Giornale" pubblica la lettera di una "associazione di genitori gay" che non sarebbe d'accordo con le unioni civili. Ma in realtà si tratta di Agapo, che i...

2254 0

Clamoroso abbaglio a Il Giornale. Il quotidiano pubblica sulle sue pagine la lettera di una presunta associazione di genitori gay che si opporrebbe alle unioni civili in discussione nel Comune di Milano: "Da genitori di gay diciamo no alle coppie di fatto", è il titolo dell’articolo. Leggendo, però, si capisce che coi gay, Agapo – questo il nome dell’associazione – non ha nulla a che fare se non che se ne interessa per guarirli con la preghiera.

"Non crediamo", si legge nella lettera, "che una politica di equiparazione della famiglia comune, aperta ai figli, definita negli articoli 29, 30 e 31 della Costituzione italiana, alle convivenze omosessuali sia di aiuto per i nostri figli omosessuali". Una tesi, sviluppata ampliamente nel corso della missiva, quantomeno bizzarra se espressa da qualsiasi associazione gay. "Sarebbe paradossale –  è la conclusione – se ora il Comune di Milano intendesse operare una scelta basata su un concetto di Equality, di uguaglianza che confonde la giustizia sociale con la negazione della valenza della differenza sessuale – negazione che trae in inganno e penalizza, ancora una volta, in particolare i nostri figli omosessuali".

Ad Agapo non sono nuovi a prese di posizione spacciandole come provenienti da presunti esponenti del mondo gay. E questo anche a causa, probabilmente, di un’assonanza del loro nome con Agedo, l’associazione di genitori omosessuali, quella sì, attiva nel volontariato lgbt. Agedo, infatti, si occupa di sostegno ai genitori che vogliono capire di più dopo, per esempio, il coming out del figlio o della figlia o che anno bisogno di confrontarsi con le esperienze di altri genitori con figli lgbt.

Leggi   Milano, incontri sessuali e poi il ricatto: arrestato senegalese
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...