Accessi a siti gay bloccati in Florida?

di

I senatori repubblicani della Florida propongono di bloccare l'accesso a siti gay e pornografici dalle librerie pubbliche

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Ennesimo attacco dei politici conservatori americani alla libertà di accesso ad internet dalle librerie ed, in genere, da strutture pubbliche.

Il senatore Allen Trovillon, Repubblicano, si era già distinto nella scorsa settimana per un intervento che la dice lunga su come la pensa rispetto a diritti e dignità di gay e lesbiche: parlando a un gruppo di gay giunti ad Orlando, la capitale della Florida, per un incontro con i politici dello stato, il senatore li aveva pregati di non gettar via ulteriormente la loro vita perchè Dio li avrebbe distrutti e che non comprendeva proprio come mai i gruppi gay fossero diventati così loquaci.

Ora il senatore propone di eliminare la possibilità di accesso a siti gay e pornografici dalle librerie dello stato della Florida, utilizzando software di filtraggio.

"Mi hanno raccontato di gente che si masturba nelle librerie pubbliche", ha detto il senatore, "e bisogna evitare che lo stato indirettamente incoraggi le devianze sessuali".

Sono molti purtroppo i programmi che impediscono l’accesso non solo a siti pornografici, ma a siti gay dove non v’è alcun contenuto per adulti. Anche in Italia, a Gay.It arrivano continuamente notizie di aziende, istituzioni e locali dove è impedito l’accesso al nostro sito. Segnala anche tu nel forum se sei a conoscenza di queste ingiustificate ed inamissibili censure.

di Gay.com

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...