Affitti, il governo Obama: vietato discriminare i gay

di

Il responsabile delle politiche abitative dell'amministrazione statunitense ha annunciato nuove regole per l'affitto di case finanziate con fondi federali: sarà vietato negare l'affitto a gay e trans

1440 0

Nuove regole in vista per il mercato degli affitti statunitensi. Il Segretario del Dipartimento dello Sviluppo Urbano e della Casa, Shaun Donovan, ha annunciato modifiche nelle regole per tutelare le persone lgbt.
Nello specifico, ai proprietari e gestori di case finanziate con fondi federali sarà vietato di porre domande sull’orientamento sessuale o sull’identità di genere ai potenziali affittuari. In più, le nuove regole stabiliscono che la parola "famiglia" utilizzata nelle politiche del Dipartimento includerà le famiglie lgbt.

"Oggi sono fiero di annunciare una nuova Regola sull’Accesso Equo agli Alloggi – ha dichiarato Shaun Donovan durante la Conferenza Nazionale sull’Uguaglianza lgbt – che dice chiaramente e inequivocabilmente che le persone e le coppie lgbt hanno diritto a vivere dove scelgono di farlo".
Non va sottovalutato il fatto che la nuova policy tutela anche le persone transgender che sono particolamente a rischio discriminazione quando si parla di alloggi.

Un sondaggio condoto dalla National Gay and Lesbian Task Force ha dimostrato che il 19 per cento delle persone trans si sono viste negare una casa o sono state sfrattate per il fatto di essere trans.
"Sentiamo spesso storie di trans che subiscono discriminazioni quando cercano casa – ha commentato Danny Kirchoff, avvocato del Transgender Law Center -. Queste nuove regole danno più forza al supporto che possiamo dare alle persone trans nel far valere legalmente i loro diritti. Queste regole riguardano la dignità e il rispetto cui tutte le persone hanno diritto".

Leggi   Egitto, due manifestanti LGBT liberi su cauzione
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...