Aggredirono disabile gay: condannati a un anno e due mesi

di

Due anni fa, tre uomini aggredirono e insultarono violentemente un giovane non vedente gay con il chiaro intento di "dare una lezione ai froci". Risarcimento simbolico ad Arcigay.

986 0

Sono stati condannati ad un anno e due mesi senza benefici i tre aggressori del giovane gay disabile di Pordenone. I fatti risalgono al gennaio del 2009 quando, a suon di calci e pugni, tre uomini avevano aggredito l’uomo nella centralissima piazza XX Settembre apostrofandolo con "frocio bastardo e pedofilo". Si tratta di uomo di 43 anni e due ragazzi di 22 e 21 anni che durante i primi interrogatori avevano dichiarato alla polizia: "Volevamo dare una lezione ai froci". Secondo il pubblico ministero Federico Facchin si è trattato di "un’azine gratuita mossa da puro odio".

I risarcimenti ammontano a 15mila euro per la parte civile che rappresentava i tutori della vittima; in 5mila euro al Comune di Pordenone e mille euro al Codacons; in 1 euro, cifra simbolica, per l’Arcigay. "Il Giudice Rodolfo Piccin – si legge in una nota diffusa da Arcigay -, con la sentenza di condanna, ha espressamente riconosciuto il ruolo sociale di Arcigay condannando gli imputati ad un risarcimento pecuniario simbolico all’Associazione, oltre che ad un risarcimento di 15 mila euro per la vittima".

Per l’avvocato del giovane Francesco Furlan "è stato riconosciuto il ruolo di Arcigay; ritengo che la pena sia stata un po’ bassa, vedremo le motivazioni. Ora venga approvata la legge che riconosce le aggravanti per la violenza omofoba".

Giacomo De Peru, vicepresidente di Arcigay Udine e Pordenone ha dichiarato: "Apprendiamo con soddisfazione la notizia di questa sentenza che spero voglia essere un monito per le coscienze dei pordenonesi, non certo omofobi ma troppo spesso assopiti e distratti rispetto alle problematiche riguardanti la comunità omosessuale. Registriamo con gioia che nel rendere giustizia alla vittima di questo atto inqualificabile, la sentenza riconosca ad ArciGay l’importanza del suo ruolo sociale nella tutela dei diritti delle persone LGBT".

Leggi   Porto Rico, attacco omofobo con bombe incendiarie contro club gay
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...