Aggredito a Padova 23enne “perché sono gay”

di

Un ragazzo 23enne èstato preso a pugni durante la notte di chiusura del Padova Pride Village. "Aggredito perché sono gay", denuncia la vittima. Concia rilancia: "serve legge contro...

3930 0

Aggressione a Padova nella notte di chiusura del Pride Village, la manifestazione estiva che si tiene da qualche hanno in città. Un ragazzo di 23 anni è stato avvicinato da uno sconosciuto che, assieme ad altri amici, lo ha prima provocato ed insultato – "in quanto gay", ha denunciato la vittima – e poi gli ha sferrato un pugno in pieno volto. A difendere il 23enne un altro amico che però si è visto strattonare da altri giovani giunti sul posto con il provocatore.

La serata si è risolta con una denuncia alla Polizia, contro ignoti in quanto l’aggressore si è allontanto indisturbato dal luogo del misfatto, e con un successivo intervento dei medici all’ospedale di Mirano (Venezia) che hanno medicato una violenta contusione al volto. "Erano circa le due – dice il ragazzo al quotidiano il Gazzettino – e un giovane ha cominciato a insultarmi. Ho provato a parlargli ma lui mi ha colpito con un pugno. Nessuno è intervenuto".

La deputata del PD Paola Concia osserva come "il nostro paese si stia rassegnando tristemente ad assistere impotente a quella che è una vera e propria deriva di violenza". "Io non voglio arrendermi e continuerò a ripeterlo all’infinito: serve una legge contro l’omofobia e la transfobia. Il resto sono solo chiacchiere".

Leggi   La dura vita dei gay in Russia: 267 aggressioni violente in 7 anni
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...