Aids, in estate le infezioni triplicano.

di

I flirt delle vacanze, e soprattutto il turismo del sesso alla base dei migliaia di casi da Hiv che si registrano ogni anno durante i mesi caldi. Droga...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


ROMA – Malattie sessuali ‘in agguato’ d’estate. Complici le vacanze e la voglia di svago e di avventure occasionali, triplica nei giovani il rischio di contrarre infezioni, piu’ o meno gravi, trasmesse durante i rapporti sessuali, dalle vaginiti femminili, agli herpes genitali, alla clamidia fino all’Hiv.

A lanciare ‘l’allarme estate’ e’ l’infettivologo bresciano Gianpiero Carosi, a margine di un incontro con la stampa, tenutosi oggi a Roma, per presentare il Congresso mondiale sull’Aids, in programma dal 7 al 12 luglio a Barcellona. "Con la bella stagione, le vacanze, i viaggi, e persino un abbigliamento piu’ ‘disinvolto’ – spiega l’esperto all’Adnkronos Salute, citando i risultati di un’indagine condotta dal centro bresciano di infettivologia e malattie tropicali, da lui diretto – il rischio per i ragazzi triplica. Il problema e’ ancora una volta la mancanza di adeguata educazione sessuale, che abbia inizio pero’ dai banchi di scuola elementare. E’ difficile infatti – aggiunge – far passare un messaggio di prevenzione a 18 o 20 anni". Un messaggio su tutti: l’uso del preservativo. "Che purtroppo – avverte – non tutti sanno usare. C’e’ chi, ad esempio, lo tiene nel portafogli o nel cruscotto della macchina per piu’ di un mese, con il rischio che il caldo possa deteriorare il lattice, chi lo mette male, e chi non si accorge di tagli o lesioni del condom".

Ma l’allarme non si ferma a giovani e adolescenti in cerca di svago. In cima alla lista delle persone a rischio ci sono infatti i cosidetti ‘turisti del sesso’, affezionati frequentatori di paesi con offerta di sesso a buon mercato. "Questi individui – riferisce Carosi – rischiano l’Hiv dieci volte di piu’ rispetto a chi ha rapporti occasionali in Italia". Il loro identikit e’ ormai noto agli esperti: maschio, giovane, single, va in vacanza da solo, ha avuto almeno due partner negli ultimi due anni, fa uso saltuario di ecstasy, cocaina e alcolici.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...