AIUTI: IL VACCINO E’ LONTANO

di

Aids, conferenza di Barcellona: preservativo anche per le coppie infette, effetti collaterali dei farmaci, una terapia con le erbe. Barbara Ensoli: "Basta burocrazia". Ue e Coca Cola sotto...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


BARCELLONA – Inviti alla prudenza sui vaccini, raccomandazioni sull’uso del preservativo anche tra partner infetti, e analisi dei nuovi effetti collaterali delle terapie. Questi, in sintesi, alcuni dei temi scientifici emersi alla Conferenza Internazionale sull’Aids in corso a Barcellona. Mentre, sul fronte politico, si registrano ancora proteste da parte di alcuni attivisti, e un deficit di 10 miliardi di dollari per sanare il divario tra paesi ricchi e paesi poveri nella lotta alla malattia.

Si moltiplicano gli inviti all’uso del preservativo, ad oggi unica barriera contro il contagio: anche le coppie già contagiate dall’Hiv, dovrebbero praticare il sesso sicuro. Il pericolo, secondo Anthony Fauci, direttore dell’Istituto nazionale statunitense per le allergie e le malattie infettive, sta nell’esistenza di diversi tipi di virus. Un paziente che tolleri relativamente bene un tipo di Hiv potrebbe reagire in maniera completamente diversa al virus del partner, di ceppo diverso, e ammalarsi.

Sulla possibilità di trovare in tempi brevi un vaccino anti-Aids è intervenuto ieri l’immunologo Fernando Aiuti, presidente dell’Anlaids, con un invito a non creare illusioni annunciando vaccini a 5-10 anni quando ormai è noto che la via del vaccino è complessa e molto più lunga.

Aiuti è critico anche sulla possibilità di ritardare l’inizio del trattamento anti-Aids, emerso nel congresso di Barcellona. "Il ritardo rende più difficile e lontano il recupero immunologico dei pazienti – dice Aiuti – Inoltre è dimostrato che chi assume farmaci non trasmette il virus".

Aiuti invita inoltre l’Istituto superiore di sanità ad interrompere la sperimentazione sulla terapia intermittente: secondo l’immunologo si tratta di una terapia "inutile" e che "può creare addirittura problemi".

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...