Allo studio in Russia nuovi farmaci anti Hiv

di

Si sono rivelati efficaci contro molti ceppi del virus HIV nuovi farmaci, ma lo studio è ancora alle fasi iniziali.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


MOSCA – La continua lotta per cercare di sconfiggere il virus HIV, responsabile dell’AIDS, si muove su vari fronti. Dalla Russia arriva la notizia di buoni successi preliminari ottenuti dagli scienziati del Centro di Ricerche di Stato Vektor. Secondo quanto riferito dalla coordinatrice del gruppo le sostanze allo studio si sarebbero rivelate capaci di bloccare il virus nelle sue primissime mosse infettive, quando utilizza i recettori delle cellule umane per potersi insediare e moltiplicare nell’organismo umano.

Gli scienziati hanno prodotto dei frammenti proteici artificiali e li hanno poi uniti ad una matrice polimerica. La competizione a livello della superficie cellulare impedisce dunque al virus di poter penetrare all’interno delle cellule stesse. I risultati sono promettenti, con una diminuzione della capacità infettiva del virus arrivata in alcuni casi al 90 per cento. Ma attenzione si tratta di risultati ottenuti in vitro, dunque ancora inutilizzabili all’atto pratico sulle persone. Il profilattico, usato correttamente, rimane ancora la protezione migliore contro il rischio di infezione.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...