Anche in Umbria nasce il CODS

di

Il neo Portavoce Regionale del CODS Umbria Stefano Bucaioni: “Continueremo ad impegnarci sullo Statuto Regionale, per difendere i diritti di chi si ama: gay o etero che siano.”

PERUGIA – Durante l’Assemblea Nazionale del Coordinamento Omosessuali Democratici di Sinistra, svoltasi domenica alla Festa Nazionale de l’Unità di Genova, è stata ufficializzata la presenza del CODS in Umbria.
Ufficializzazione che arriva dopo un anno in cui, i ragazzi del nascente CODS, hanno lavorato duramente al fianco del circolo ArciGay di Perugia per portare un forte contributo allo Statuto Regionale riguardo gli aspetti che maggiormente stanno a cuore alla comunità GLBT umbra. Il via “istituzionale” al coordinamento umbro arriva in un momento delicato della politica regionale, nel quale c’è il concreto rischio di vanificare gli sforzi che hanno portato all’inserimento nella Charta umbra dell’articolo sulle discriminazioni e soprattutto dell’articolo 9 sulla famiglia ed altre forme di convivenza.
«Il segnale che il CODS umbro vuole mandare a tutto il Consiglio Regionale, ed in particolare ai consiglieri dei DS e della maggioranza è chiaro – afferma Stefano Bucaioni, portavoce del coordinamento – non si possono fare passi indietro su articoli così importanti per il futuro della nostra regione, articoli che offrono alle istituzioni umbre l’occasione di riportarsi al passo con la società civile che sta mutando velocemente. Fermarsi ora significherebbe vanificare il contributo che i movimenti ed i singoli cittadini hanno portato durante la partecipazione».

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...