Anche l’Ad di Goldman Sachs dice sì ai matrimoni gay

di

In un video realizzato dall'associazione Human Rights, Lloyd Blankfein invita tutti ad unirsi a lui nel sostegno all'uguaglianza e, in special modo, ai matrimoni gay: "Fanno bene agli...

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
978 0

Dopo le grandi aziende, adesso si schierano a favore dei diritti delle persone lgbt anche i colossi della finanza. Il primo a farlo è l’amministratore delegato della banca d’affari Goldman Sachs. In un video dell’associazione Human Rights, Lloyd Blankfein dichiara "Sono il presidente e ad di Goldman Sachs e sostengo da tempo l’uguaglianza nel matrimonio. Le imprese Usa hanno imparato da tempo che l’uguaglianza è una buona cosa per gli affari e che questa è la buona cosa da fare".

"Unitevi a me – continua Blankfein – così come la maggioranza degli americani che sono a favore dei matrimoni gay".

Si allunga, dunque, la lista di coloro che, dall’alto della loro posizione economica, finaziaria o commerciale, sostengono la teoria secondo la quale più uguaglianza tra i cittadini, e quindi tra dipendenti e clienti, fa bene non solo alla società, ma anche agli affari. E in tempo di crisi, c’è proprio bisogno di ricette vincenti per dare una mano all’economia.

Leggi   Pastore americano contro i diritti LGBT è stato arrestato per molestie sui bambini
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...