Anglicani, rischio scissione su donne vescovo

di

Nella chiesa anglicana si profila il rischio di una divisione sull'ordinazione episcopale delle donne.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


CITTA’ DEL VATICANO – Nella chiesa anglicana si profila il rischio di una divisione sull’ordinazione episcopale delle donne. E’ quanto rileva il Sir, l’agenzia dei settimanali cattolici promossa dalle Cei, che sul tema ha intervistato il portavoce della Chiesa Anglicana, Steve Jenkins, per il quale “uno scisma sull’ordinazione delle donne vescovo e’ una possibilita’ che, pero’, almeno, per ora rimane soltanto tale”.
“Sarebbe la prima volta – ha detto il portavoce – che una terza provincia (le altre due sono Canterbury e York, ndr) si forma all’interno della Chiesa di Inghilterra, ma per ora si tratta soltanto di una proposta”. L’idea di una terza provincia con un arcivescovo indipendente dal Primate anglicano Rowan Williams e con vescovi e pastori propri dove verranno ospitati tutti gli anglicani contrari all’ordinazione delle donne Vescovo e’ contenuta in un rapporto che verra’ discusso dai vescovi anglicani questo mese e dal Sinodo Generale piu’ avanti durante l’anno.
L’ha preparato una commissione guidata dal vescovo di Rochester, Michael Nazir Ali. Cosi’ la “Chiesa di Inghilterra” si prepara ad affrontare il difficile tema dell’ordinazione delle donne Vescovo che potrebbe provocare fratture e divisioni ‘dolorose’ quanto quelle causate lo scorso novembre dall’ordinazione, da parte della provincia americana del New Hampshire, del vescovo omosessuale Gene Robinson.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...