“Anthony, ti amo”: il primo premier gay d’Australia inizia così

di

Giornata storica per l'Australia: "È ironico: si può diventare premier e non sposarsi".

5958 0
Andrew Barr

Andrew Barr

È un giorno storico in Australia, non solo per la comunità lgbt, ma per tutto il Paese. Andrew Barr è diventato il primo capo di governo dichiaratamente gay della storia australiana. Barr ha già fatto sapere che userà la sua posizione per promuovere l’istituzione del matrimonio egualitario. Durante il suo discorso d’insediamento davanti al parlamento, Barr, che è un laburista, si è rivolto al suo compagno che assisteva dalla tribuna ed ha detto: “Anthony, ti amo. Non vedo l’ora che arrivi il giorno in cui, in questo paese, potremo sposarci legalmente”. I due sono uniti in civil partnership dal 2009.

Andrew Barr con il compagno Anthony

Andrew Barr con il compagno Anthony

Il nuovo primo ministro ha illustrato il suo piano per il matrimonio egualitario. “È abbastanza ironico che si possa diventare primo ministro, ma che non si possa sposare il proprio compagno di 15 anni – ha detto Barr -. È tempo di porre fine a questa discriminazione e continuerò ad essere una voce forte e appassionata per questo cambiamento”.

Come ricorda GayStarNews, domani ricorre il primo anniversario della decisione dell’Alta Corte australiana che annullò il Marriage Equality Act annullando, di fatto, i 31 matrimoni che si erano già celebrati.

Leggi   Dopo mezzo secolo d'attesa, la coppia gay più longeva d'Australia potrà sposarsi
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...