Appello per Maria Luisa, aumentano le adesioni

di

L'appello al presidente della Repubblica raggiunge quota 8 mila e continua a crescere. Ecco cosa prevede il protocollo del Quirinale per la presentazione della richiesta di onorificenza.

Per firmare l’appello vai a questa pagina

Continuano a crescere le adesioni all’appello per il presidente Giorgio Napolitano affinché conferisca a Maria Luisa, la ragazza aggredita a Napoli mentre tentava di difendere l’amico gay da una gang, una onorificenza al valore civile. Politici, persone dello spettacolo e della cultura si sono unite in modo bipartisan perché il gesto della studentessa non cada nel vuoto e abbia il giusto riconoscimento dallo Stato. Ma soprattutto l’appello è stato firmato da tantissime persone comuni.

Sono ormai più di 8 mila i cittadini che hanno aderito, e il numero è destinato a crescere. Superata la fase di raccolta delle firme, i promotori dell’appello – Gay.it, Certi Diritti, Arcigay Napoli e I-Ken Onlus – provvederanno a trasmettere agli uffici del Quirinale una lettera con l’appello e i nominativi dei firmatari. Insieme alla documentazione, inoltre, sarà allegato un documento che descriverà l’atto eroico di Maria Luisa

La richiesta di onorificenza, poi, sarà indirizzata alla Prefettura del comune di Napoli, città competente per l’episodio di piazza Bellini. Sarà proprio la Prefettura ad accertarsi che la documentazione inviata sia formalmente corretta e che il tutto possa essere trasferito al ministero dell’Interno. Negli uffici del ministro Maroni, a quel punto, si svolgerà l’ultima fase che prevede la riunione di una commissione ad hoc per decidere se conferire l’onorificenza e quale fra quelle previste dalla legge è più adatta alla studentessa napoletana.

Solo dopo questi passaggi, il capo dello Stato potrà valutare i tempi e le modalità per il conferimento a Maria Luisa di quanto deciso dalla commissione. Non si tratterà di giorni né di settimane, ma il primo passo sta per concludersi e solo grazie a voi con la vostra firma. L’invito dei promotori è quello di compiere un ultimo sforzo: far firmare i vostri amici, le vostre famiglie, condividere la pagina dell’appello sui social network e tutto quanto vi venga in mente per promuovere l’iniziativa. Nessuna firma sarà inutile. E con la giusta onorificenza, non lo sarà neanche il gesto di Maria Luisa.

Per firmare l’appello vai a questa pagina

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...