Approvata legge su convivenze gay (quasi) in Italia

di

Il Consiglio di San Marino ha approvato una legge per concedere il permesso di soggiorno ai partner gay dei sanmarinesi. Anche le coppie di residenti potranno avere lo...

1429 0

Con 33 voti a favore e 20 contrari, il Consiglio Grande e Generale della Repubblica di San Marino ha approvato un’Istanza d’Arengo, ovvero una sorta di proposta di legge popolare presentata da un antica istituzione di democrazia diretta del piccolo stato, che rende legale la richiesta di permesso di soggiorno ad uno straniera che intenda convivere con un sanmarinese "more uxorio", ovvero come conuigi.
In sostanza San Marino riconosce alle coppie gay il ricongiungimento familiare, concedendo il permesso di soggiorno la partner, o alla partner, gay di cittadino (o cittadina) sanmarinese.
L’istanza, il cui promotore è Michele Pazzini, Segretario dell’associazione LGBT-San Marino, prevede anche che una coppia gay composta da cittadini sanmarinesi possa convivere e richiedere di rientrare nello stesso stato di famiglia. Questo vale anche per coppie di studenti che dividono l’appartamento o amici, senza necessità di esplicitare che tipo di relazione c’è: la privacy è preservata. Naturalmente, entrambe le fattispecie si possono adottare anche in caso di coppia eterosessuale. A favore si sono espressi Socialisti e democratici, Alleanza popolare, Socialisti riformisti, Moderati, Sinistra unita. Libertà di voto dai Democratico cristiani.

«Da San Marino una lezione di civiltà e uno schiaffo all’Italia – ha commentato Franco Grillini, responsabile dei diritti civili per l’Italia dei Valori, intervistato da San Marino Notizie -. E la cosa buffa è che fino a poco tempo fa eravamo a San Marino a manifestare contro un articolo del codice penale (quello che prevedeva il carcere per i rapporti omosessuali) e adesso San Marino dà una lezione di civiltà all’Italia. Ora ci auguriamo che non ci si limiti al ricongiungimento ma a un riconoscimento complessivo delle coppie conviventi». Per Grillini, quello italiano è un problema esclusivo, dato che, ad esempio, i Popolari spagnoli, che pure si sono opposti al matrimonio civile, non hanno poi abrogato la legge una volta al governo.
«Al momento, in Italia è la magistratura che svolge un ruolo di supplenza alla politica che non vuole decidere – conclude Grillini -. Il Vaticano esercita una pressione ancora molto forte».

Leggi   La dura vita dei gay in Russia: 267 aggressioni violente in 7 anni
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...