Arcigay: manifestazione nazionale in Versilia

di

Il Consiglio Nazionale Arcigay si pronuncia sulle vicende di Torre del Lago, dove la circoscrizione vuole relegare il "Pride estivo" a luglio.

592 0

BOLOGNA – Ieri il Consiglio Nazionale di Arcigay ha affrontato la vicenda del divieto di tenere il Mardi Gras imposto agli organizzatori dalla circoscrizione di Torre del Lago. Su questo argomento, la posizione è stata unanime: tutti a Torre del Lago a manifestare se permarranno gli immotivati divieti.
Stasera a Pisa si terrà la riunione delle associazioni gay, lesbiche e trans toscane per pianificare la manifestazione.
Per il Consiglio Nazionale di Arcigay, è grave che il Consiglio di Circoscrizione rigetti anche l’ipotesi di mediazione proposta da Comune, Confesercenti e operatori economici della zona, che chiedevano di tenere la manifestazione dal 28 luglio al 1° agosto.
«E’ l’unico caso al mondo in cui un’amministrazione di una località turistica cerca di limitare l’afflusso di visitatori – si legge nel testo approvato all’uninimità – questo non si spiega se non in una logica discriminatoria. Questo turismo non piace a qualcuno e lo si vuole sostituire con un altro»
Il Consiglio Nazionale di Arcigay «invita le proprie articolazioni regionali e locali a valutare la possibilità di tenere quanto prima a Torre del Lago una manifestazione nazionale di protesta, per vedere affermato il diritto di tutti a esprimere al meglio la propria identità e la propria sensibilità culturale e il diritto della comunità gay e lesbica di passare le ferie in un ambiente accogliente e non ostile».

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...