Arcigay replica a Ratzinger sul matrimonio gay

di

Lo Giudice: "La storia morale dell'Europa si basa sulla ricerca razionale e non sui fondamentalismi"

ROMA – Arcigay interviene sulle affermazioni fatte oggi a Roma dal cardinale Ratzinger, nella biblioteca del Senato e alla presenza del Presidente Pera, secondo le quali con il riconoscimento del matrimonio omosessuale “si esce fuori dal complesso della storia morale dell’umanità”.
Il presidente nazionale Arcigay Sergio Lo Giudice respinge «questo tentativo di premere sui governi europei perché non affrontino fino in fondo il tema dei diritti delle persone omosessuali e del riconoscimento delle loro relazioni affettive?.
«Le argomentazioni di Ratzinger – prosegue Lo Giudice – richiamano pericolosamente quelle utilizzate già 500 anni fa contro pensatori liberi come Giordano Bruno, Galileo Galilei e Martin Lutero».
«Sappiamo che il riconoscimento delle relazioni di coppia fra gay e lesbiche introduce elementi di novità nel tradizionale diritto di famiglia. Siamo consapevoli, però, che questa istanza si pone completamente dentro, e non fuori, quella storia culturale e morale dell’Europa che è una storia fondata sulla ricerca razionale delle soluzioni e non sulla trasmissione acritica di una verità assoluta intesa in modo fondamentalista».

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...