Arcigay Toscana invita i sindaci al Pride

di

Alessio De Giorgi e Davide Buzzetti, di Arcigay Toscana, invitano tutti i Sindaci e i presidenti della Provincia toscani, a partecipare alla manifestazione conclusiva del Toscana Pride.

PISA – «Una proposta ai Sindaci e ai Presidenti della Provincia toscani: unitevi con noi al Pride di Grosseto». E’ questo l’invito che Alessio De Giorgi e Davide Buzzetti, presidente e segretario regionale di Arcigay Toscana, rivolgono a tutti i Sindaci e ai presidenti della Provincia toscani, chiedendo loro di partecipare alla manifestazione conclusiva del Toscana Pride, il 19 giugno a Grosseto, «portando il vostro gonfalone, facendo aderire il consiglio comunale alla manifestazione nazionale, venendo a marciare per la libertà di una minoranza, che è libertà di tutti»
Per Arcigay la «Toscana si presenta all’appuntamento con le carte quasi in regola. Lo Statuto regionale, recentemente approvato, riconosce le nostre coppie e il divieto di discriminazione per orientamento sessuale, mentre la prima legge regionale contro le discriminazioni in Italia, aspetta di essere licenziata dal Consiglio Regionale dopo un iter infinito. Politiche di accoglienza sono state messe in campo anche da molti province e comuni tra cui Firenze, Pisa, Lucca, Viareggio e Grosseto».
Ma il cammino è ancora difficile per chi liberamente intende prender coscienza del proprio orientamento sessuale. «Esiste su questo – prosegue la nota di Arcigay – una responsabilità precisa di chi localmente amministra la cosa pubblica a mettere in campo atti che facilitino questo cammino di visibilità e di conquista di pari dignità che il mondo gay sta compiendo in Toscana».

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...