ARRIVANO I CENTAURI!

di

Intervista al CoMoG, che raccoglie le adesioni di tutti i gay amanti delle due ruote. Motori rombanti, tenute da strada, qualche muscolo in vista, e via, in sella...

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
698 0
698 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Finalmente è nato! Tutti i gay amanti delle motociclette sentivano la mancanza di una organizzazione che coordinasse le attività. Da qualche mese è attivo il Coordinamento Motociclisti Gay e lesbiche (CoMoG), che si occuperà di organizzare a livello nazionale, ma anche a livello locale grazie a una rete di riferimenti di zona, le attività dei "centauri gay", e delle loro rombanti amate.

Il CoMoG riceverà una sorta di battesimo ufficiale nel prossimo fine settimana (9-10 giugno 2001) al Cassero di Bologna, dove alle 11 di domenica ci sarà la presentazione del gruppo. Ovviamente scordatevi le presentazioni noiose e pesanti a cui forse siete abituati: i gay-bikers hanno poca voglia di stare rinchiusi in una stanza a chiaccherare, e scalpitano all’idea di salire a cavallo della propria moto per viaggiare. Perciò, a parte un primo appuntamento a partire già dal sabato sera presso un camping nei dintorni (per informazioni contattate Fabio che vedete in basso in sella alla sua moto: 347.2752177 o comog@katamail.com), subito dopo l’incontro di domenica mattina, si parte per un giro nelle vicinanze di Bologna.

Ma vediamo quali sono le attività di questo agguerritissimo gruppo, che ha già realizzato alcune imperdibili uscite in Toscana, veneto e Liguria. E, soprattutto, vediamo che cosa si nasconde dietro la tuta da moto di un gay-biker…

Gay e moto: un connubio insolito secondo molti. E’ vero, o c’è una larga tradizione di bikers gay?

Gay e moto non è un connubio insolito, i motociclisti gay e le motocicliste lesbiche ci sono sempre stati, da quando è nata la motocicletta, ma di tradizioni non si può parlare, dal momento che in Italia non è mai esistito un gruppo esclusivamente di motociclisti che li riunisce, a differenza del resto dell’europa, dove gruppi di motociclisti gay e lesbiche si sono organizzati in associazioni fin dagli anni settanta.

CONTINUA A LEGGERE...

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...