AUMENTANO I CONTAGI ‘ETERO’

di

Aids, prima causa di mortalità tra i giovani. Ecco le cifre.

504 0

ROMA. – Sono 48.488 i casi di AIDS registrati in Italia dal 1982 (anno della prima diagnosi della malattia nel nostro paese) fino al 30 giugno 2001. Di questi, 37.799(78%) di sesso maschile, 702(1,4%) casi pediatrici (eta’ inferiore a tredici anni) e 2.548(5,2%) stranieri. Al 30 giugno 2001 sono decedute 31.861 persone, pari al 64,7% del totale dei casi notificati. Vi e’ un aumento dei contagi tra gli eterosessuali, mentre e’ in diminuzione il contagio nei rapporti omosessuali e quest’anno l’AIDS e’diventato tra i giovani la prima causa di mortalita’ superando quella per incidenti stradali.

I dati, forniti dal Centro Operativo Aids (Coa) e dall’Istituto Superiore della Sanita’(I.S.S.), sono stati resi noti dall’Associazione Politrafusi Italiani in occasione della tredicesima giornata mondiale di lotta all’AIDS.

I dati diffusi dall’API evidenziano anche il valore degli ultimi farmaci che hanno portato alla diminuzione dell’evoluzione del virus HIV in AIDS, nei soggetti dove queste terapie sono state introdotte tempestivamente, e la diminuzione della mortalita’ in seguito all’assunzione dei nuovi farmaci (circa il 30% in meno).

Leggi   Arcigay e le polemiche sulla campagna Hiv/Aids
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...