Aumentano le coppie di fatto, diminuiscono i matrimoni

di

Secondo i dati diffusi dall'Istat, il numero dei matrimoni negli ultimi quattro anni è notevolmente sceso, mentre aumentano le coppie di fatto, tra cui quelle gay.

1355 0

Le cifre dell’Istat lasciano poco spazio a dubbi: nel 2011 si sono celebrati 12.870 in meno rispetto all’anno precedente. Un calo, in realtà, iniziato negli anni ’70, per la precisione dal 1972 ma che "negli ultimi quattro anni si è particolarmente accentuata – spiegano dall’Istituto -: infatti, la variazione media annua è stata del -4,5% tra il 2007 e il 2011, a fronte di un valore del -1,2% rilevato negli ultimi 20 anni".
Dai dati raccolti dall’Istat risulta che i giovani preferiscono le convivenze al matrimonio e che chi decide comunque di sposarsi lo fa in età adulta: 31 anni per le ragazze, 34 per i ragazzi.
I dati non distinguono le coppie eterosessuali da quelle omosessuali, ma è chiaro che quest’ultime vanno conteggiate tra coloro che vivono in regime di coppia di fatto, ma non certo per scelta libera.

E se aumentano le coppie di fatto, aumentano, di conseguenza, anche i bambini nati fuori dal matrimonio. Secondo l’Istat, infatti, 1 bambino su 4 è nato da una coppia di fatto.
Se per quanto riguarda le coppie etero, uno dei fattori di diminzione dei matrimoni è dato dal fatto che i ragazzi rimangono a vivere conle famiglie d’origine anche oltre i 30 anni, complice la crisi economica che rende quasi impossibile un progetto di vita indipendente, per quanto riguarda le coppie lgbt a questo si aggiunge la mancanza di una legge che permetta a due persone dello stesso sesso di sposarsi o di essere riconosciute come coppia.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...