Australia: pari diritti per coppie gay, ma niente matrimonio

di

Il Parlamento australiano sta per approvare definitivamente un pacchetto di leggi che assicura alle coppie omosessuali le stesse garanzie delle coppie etero. Le nozze, però, non sono permesse.

686 0

I legislatori australiani hanno approvato una legge che dà alle coppie omosessuali gli stessi diritti delle coppie eterosessuali, ma non hanno legalizzato le nozze tra persone dello stesso sesso.

Il Senato ha discusso proprio ieri 100 nuove disposizioni in materia di famiglia, salute e tasse che danno alle coppie formate da persone gay o lesbiche che vivono insieme in regime di coppia di fatto, gli stessi servizi garantiti alle coppie di persone di sesso opposto. 

Tra i maggiori cambiamenti, le riforme permettono agli omosessuali di fruire dei benefici del sistema sanitario pubblico e prevedono il diritto alla reversibilità della pensione per i partner in caso di morte. Inoltre, riconoscono i diritti genitoriali alle coppie gay o lesbiche con figli.

La legge passa ora alla Camera dei Rappresentati dove dovrebbe essere approvata senza intoppi.

Se da una parte, però, le nuove leggi garantiscono pari diritti e dignità alle coppie gay rispetto a quelle etero sposate, si fermano un passo prima dell’introduzione delle nozze tra omosessuali nel Marriage Act che lo scorso governo conservatore aveva ridisegnato specificando che si definisce matrimonio solo quello tra un uomo e una donna. 

Quando il partito Laburista, adesso alla guida del paese, vinse le elezioni nel 2007 promise che si sarebbe impegnato per porre fine alle discriminazioni contro gli omosessuali. Ma i leader del partito hanno recentemente dichiarato che questo non include la legalizzazione delle nozze tra gay e lesbiche e che i laburisti sono fermamente convinti che matrimonio si possa chiamare quello tra un uomo e una donna.

Leggi   In Italia il matrimonio gay è vietato dalla Costituzione?
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...