Aveva una relazione lesbica: condannata

di

La condanna è stata inflitta dal tribunale di Vasto a una donna che anni fa aveva avuto una relazione con una ragazza di tredici anni.

757 0

Un anno e quattro mesi di reclusione per violenza sessuale (pena sospesa) è la condanna inflitta dal Tribunale di Vasto ad una giovane donna di Monteodorisio (Chieti) per una relazione omosessuale durata sei anni con una sua vicina di casa, oggi diciannovenne. L’ accusa aveva chiesto la condanna a due anni di reclusione.

La donna, G.P., 28 anni, era accusata anche di sequestro di persona, un’ accusa dalla quale è stata prosciolta quando i suoi legali hanno dimostrato che il tempo in cui la ragazza rimaneva in sua compagnia, nella casa dove la donna abitava e dove la invitava ad entrare quando non erano presenti i genitori, era limitato ai momenti di intimità. In origine, a G.P. era stato contestato anche il reato di riduzione in schiavitù dal quale era stata però prosciolta nell’ udienza preliminare.

La vittima della vicenda è una sua vicina di casa, V.F., che all’ inizio della relazione aveva 13 anni. Solo dopo molto tempo i genitori della minore avevano notato che la figlia si comportava in modo non consueto e, dopo avere parlato con lei, avevano denunciato la relazione ai carabinieri.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...