Bagnasco: sì al Pride. Arcigay Genova: non vi disturberemo

di

Dichiarazioni a sorpresa del cardinale di Genova e presidente della CEI Angelo Bagnasco: il Gay Pride si può fare. Arcigay Genova rassicura: non disturberemo il Corpus Domini. Prove...

624 0

Che il Gay Pride del 2009 venga fatto a Genova non è motivo di scandalo. Se a pensare questo non fosse nientemeno che il cardinale di Genova, e presidente della Conferenza episcopale italiana, Angelo Bagnasco, non sarebbe una notizia. Invece detto da un esponente così alto delle gerarchie cattoliche, anche una frase così semplice si trasforma in un mezzo scoop.

Bagnasco, in un’ intervista al Tg3 ha dichiarato che «la manifestazione del proprio pensiero, quando avviene nelle forme corrette, nel rispetto della civiltà e senza arrecare offesa agli altri, è un dato acquisito». Mentre la concomitanza con la festività del Corpus Domini viene liquidata dal cardinale come una semplice «questione organizzativa».

Le parole di Bagnasco sono state accolte con soddisfazione dall’Arcigay: «Il dialogo è possibile!» mentre il presidente di Arcigay Genova, Francesco Serrelli, rassicura le gerarchie cattoliche: «La processione del Corpus Domini e il Gay Pride del 2009 non si "disturberanno" a vicenda perché la processione cade di giovedì o di domenica. La nostra giornata invece si svolgerà sabato»

Clicca qui per commentare la notizia nel forum

Leggi   L'autore dello striscione "W la f*ca" ha spiegato il suo gesto: "Lo rifarei, il Pride è osceno"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...