Bari: si fingeva prete per abusare di minorenni indigenti

di

Arrestato un uomo di 53 anni, sedicente sacerdote e fondatore di una cominutà religiosa, che, approfittando delle difficoltà familiari di alcuni ragazzi, ne abusava nei locali della stessa...

989 0

Si fingeva prete, fondatore di una comunità religiosa, e abusava di ragazzi e bambini. E’ successo in provincia di Bari dove la polizia ha arrestato Angelo Maria Chiriatti di 53 anni, originario di Lecce. L’uomo, che si faceva chiamare padre Pietro Maria, aveva architettato un inganno pensando ad ogni dettaglio. Viveva in una casa-chiesa situata tra Brindisi e Bari che ufficialmente fungeva anche da sede dell’ordine che il finto prete diceva di aver fondato: I missionari di Nostra Signora della Cava. Ben presto si è scoperto che l’uomo era già stato indagato per atti di libidine violenta, usurpazione di titoli e onori, truffa e falsi e che, come sostiene la Curia, non è affatto un religioso. 

L’inchiesta ha rivelato che Chiriatti, durante la stagione estiva, aveva accolto nella sua struttura tre fratellini e il loro cugino di età compresa tra 10 e 17 anni, tutti appartenenti a famiglie indigenti, costringendoli a subire abusi e a compiere, a loro volta, atti sessuali. Le indagini sono scattate dopo una denuncia dello stesso sedicente prete che aveva dichiarato ad un’assistente sociale che uno dei ragazzi, un quattordicenne, gli aveva rivelato in coffessione di avere subito abusi da parte del padre e del fratello maggiore (adesso entrambi indagati). Una volta iniziate le indagini, sono stati gli stessi ragazzi a confessare al pm di avere subito abusi da parte di Chiratti e di essere stati costretti dall’uomo a farsi violenza reciprocamente. Nessuno di loro ha però raccontato di essere stati abusati da parte dei familiari.

Leggi   Puglia, Emiliano presenta la legge regionale contro l'omofobia
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...