Beckham manda in delirio Milano

di

Il giocatore è arrivato con la moglie Victoria nella capitale della moda per giocare nel Milan fino a marzo 2009. Conferenza stampa di lui e shopping griffato per...

556 0

Quale città se non Milano poteva meglio accogliere la coppia più fashion del jetset? Appena atterrati nella capitale della moda lui ha onorato gli impegni della squadra che lo ospiterà fino al fino al 9 marzo 2009. Lei è stata scarrozzata da Domenico Dolce e Stefano Gabbana per le vie dello shopping. I milanesi in delirio.

Nella cerimonia di presentazione alla stampa, l’A.D. del Milan Adriano Galliani ha detto: «David (che ha 33 anni, ndr) ha superato brillantemente i test fisici. È in buonissime condizioni. Partirà con la squadra per Dubai il 29 dicembre e sarà in grado di giocare subito. È pronto per giocare».

Beckham, ha proseguito inizialmente in un italiano stentato per poi proseguire in lingua inglese: «Questa è una bellissima serata. Un grazie di cuore a Galliani e al Milan. Amo l’Italia e sono felice di essere qui stasera. È un onore. Ho giocato nelle più grandi squadre al mondo, per fortuna anche nel Milan. È una grandissima opportunità».

La moglie, Victoria Adams, è stata ospite dello store "Dolce e Gabbana" in compagnia proprio di loro, la coppia della moda Made in Italy Stefano e Domenico. Passeggiando per la strada l’ex spice non si è mai levata i grossi occhialoni da sole. I coniugi Beckham si sono poi recati all’hotel Four Season dove risiedono.

L’operazione, puramente mediatica, si è subito rivelata un successo: arrivati a Malpensa con 15 minuti di anticipo, David e Victoria hanno causato resse di fotografi e di milanesi accorsi lì per accaparrarsi uno scatto col campione della pubblicità, ancor prima che dello sport. Sebbene sia un goleador affermato, Beckham è stato infatti testimonial di numerosi prodotti di bellezza e moda. In ultimo per la campagna Armani Underwear. Adesso tocca al Milan, che da questo ingaggio prevede di guadagnare un sacco di soldi dall’aumento delle vendite di biglietti per le partite. Perché David piace a tutti, non solo ai gay ma anche a quegli omaccioni degli Ultras.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...