Belgio: processo contro il Cardinale omofobo

di

Il Cardinale cattolico che ha dichiarato che il 95% dei gay e delle lesbiche sono "pervertiti sessuali" dovrà giustificare le sue affermazioni in un processo.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


BRUXELLES – Il Cardinale cattolico che ha dichiarato che il 95% dei gay e delle lesbiche sono “pervertiti sessuali” dovrà giustificare le sue affermazioni in un processo. Gustaaf Joos, uno dei più anziani prelati del Belgio, disse a un giornale la scorsa settimana che desiderava “scrivere col mio sangue che tutti coloro che si definiscono lesbiche o gay, al massimo il 5 o 10 percento sono effettivamente gay o lesbiche. Il resto sono pervertiti sessuali”. Ha aggiunto che “i veri omosessuali non vanno in giro per le strade in abiti sgargianti”, e ha invitato i gruppi di attivisti dei diritti umani a protestare contro le sue affermazioni.
Secondo la legge contro le discriminazioni del Belgio, le affermazioni potrebbero essere giudicate illegali e Joos potrebbe subire un processo. Il Centro per le Pari Opportunità e la Lotta al Razzsimo del paese ha detto in una dichiarazione che incoraggerà un processo sul caso, reso ancor più grave dall’atteggiamento di fermezza del cardinale.
Le autorità cattoliche del Belgio hanno rifiutato di rimproverare l’ottantenne Joos, dichiarando che egli parlava a titolo personale.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...