Benedino: bravo Fassino, parla ai gay

di

Il portavoce nazionale di GAYLEFT, la neonata Consulta lgbt dei DS presente al Congresso, ha espresso gioia e soddisfazione per le parole del segretario sulle coppie omosessuali.

ROMA – “Esprimiamo gioia e soddisfazione per il passaggio che Piero Fassino ha fatto nella sua relazione al Congresso sull’impegno a varare una legge per i diritti delle coppie omosessuali ed eterosessuali che convivono”. Lo ha dichiarato Andrea Benedino, portavoce nazionale di GAYLEFT, la neonata Consulta lgbt dei DS presente al Congresso con un’ampia delegazione.
“Quello che ha fatto oggi Fassino è un fatto storico – aggiunge Benedino – è la prima volta che un segretario del nostro partito parla esplicitamente di “coppie omosessuali” in una relazione al Congresso. Ora l’impegno che chiediamo ai DS è di iscrivere il PACS tra le proposte prioritarie del programma della GAD, superando – come dice Fassino – il vincolo della libertà di coscienza su questi temi.”
“I DS di oggi sono un partito che è profondamente cambiato – conclude Benedino – grazie alle battaglie che decine di omosessuali hanno condotto nel partito: da oggi inizia un nuovo capitolo del rapporto tra i DS e gli omosessuali italiani”. Al termine della relazione di Fassino Vanni Piccolo, leader storico del movimento omosessuale italiano e da sempre militante della sinistra ha avvicinato Fassino per congratularsi con lui dichiarandogli di avere con la sua relazione dato un senso a 25 anni di militanza.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...