Berlinale: da Israele la guerra e l’amore gay

di

'Zossi e Jagger', film israeliano di Eztan Fox, è la storia d'amore tra due ufficiali dell'esercito israeliano, e storia di umanita', di amicizia, paura, giochi e sogni.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
957 0

BERLINO – Storia d’amore tra due ufficiali dell’esercito israeliano, e storia di umanita’, di amicizia, paura, giochi e sogni. ‘Zossi e Jagger’, scritto da Avner Bernheimer, e’ una delle migliori sorprese della sezione Panorama del Festival di Berlino.
Poco piu che un cortometraggio, che rappresenta Israele in tutto quello che, oscurato dallurgenza della guerra, non si osa piu raccontare. La vita, la voglia di vivere e di amare. In primo piano, la storia damore tra i due protagonisti, Yossi e Jagger. Una commedia sentimentale con intermezzi musicali, immagini che ballano mosse da un sentimento di felicita sorridente. Immagini fugaci, rare nei film di guerra e nei film del mondo gay, ma sul cui sfondo, mai esplicite, appaiono tutti i problemi di una terra solo apparentemente assuefatta alla guerra: il pericolo, la paura del nemico, il silenzio dellomosessuale sconosciuto alla famiglia, il tentativo delle donne di farsi strada nel mondo machista dellesercito, labuso dei superiori sui soldati, le gelosie E sopra tutto la morte. Un film sentimentale che fa ridere e piangere fino alle lacrime – ma anche, a modo suo, un film politico, a tono con il titolo del festival (Verso la tolleranza) nonostante il palestinese sia il Grande Assente. Il nemico non si vede ma e sempre li spiega lautore – E nella paura, nellattesa, nello stesso stare insieme di questi ragazzi. E il messaggio politico del film e chiaro: volevamo mostrare che questi giovani israeliani in servizio devono vivere le loro vite, amare, leggere, cucinare o praticare il buddismo e non solo andare in guerra. Questi ragazzi non vogliono morire o perdere una gamba o un fidanzato, uomo o donna che sia. E hanno diritto a tutto questo.
Scritto da un autore di sitcom, progettato per la Tv con una durata di 50 minuti e poi esteso a 65, il film ha gia spopolato le sale in Israele, anche per la presenza nel cast di una popolare star televisiva (Yehuda Levi, nel ruolo di Jagger accanto a Ohad Knoller). Sara presto distribuito in Belgio, Francia, Germania e proprio oggi, nellInternational Film Market del Festival, la produzione ha firmato un accordo con Metacinema per la sua prossima distribuzione in Italia.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...