Berlusconi: “c’è maggioranza per unioni civili gay”

di

Il leader del PDL torna a dire di essere favorevole alle unioni civili e che in parlamento potrebbe trovare la maggioranza. Ma il disegno di legge che propone...

1942 0

Torna a dirsi favorevole alle unioni civili, anche gay, Silvio Berlusconi, aggiungendo stavolta che ci sarebbe anche la maggioranza per approvare un simile provvedimento. In un’intervista al Messaggero, Berlusconi dichiara: “Sono assolutamente d’accordo a concedere diritti civili alle coppie di fatto, anche se gay, e credo che anche in Parlamento non sarà difficile a trovare una maggioranza al riguardo. Nessuna preclusione mia nei confronti dei gay, non c’è mai stata”.

A chiarire le intenzioni di Berlusconi, è stao lui stesso quando qualche giorno – sempre precisando il suo pensiero sulla materia – disse che la proposta di legge a cui fa riferimento è quella presentata nella passata legislatura da Carlo Giovanardi , non certo un paladino dei diritti gay. “Come ho già spiegato – disse a un utente del sito ForzaSilvio.it -, c’è stato, come purtroppo spesso capita, un forzato fraintendimento delle mie parole: non ho mai parlato di nozze gay. Ho ricordato che noi abbiamo presentato una legge su tutte le unioni di fatto, anche tra fratello e sorella o parroco e perpetua, che ha come primo firmatario il senatore Carlo Giovanardi e che prevede una serie di diritti”.

Il testo di legge , però, fa riferimento al notaio, davanti al quale la coppia dovrebbe presentarsi per stipulare un (costoso) contratto di tipo economico. Le unioni civili come le intende l’Europa, sono ancora molto lontane.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...