Biella Pride: negata la piazza, il comitato scrive a Paolini

di

Il sindaco non concede Piazza Primo Maggio a causa, dice, di uno spettacolo che il famoso attore metterà in scena nell'adiacente teatro. "Tutte scuse, Paolini non sa nulla"...

846 0

Secondo il sindaco di Biella, Vittorio Barazzotto, tenere il Pride in pieno centro, come aveva chiesto il comitato organizzatore, "vuol dire costringere il cittadino biellese ad entrare in una manifestazione in cui non intende trovarsi", del resto, secondo il primo cittadino, "la manifestazione è per le persone direttamente interessate", quindi perché gli altri cittadini dovrebbero vederla? Con queste motivazioni, Barazzotto ha proposto una piazza lontana dal centro cittadino, Piazza Vittorio Veneto o in alternativa la piazza dove ha sede l’amministrazione provinciale, invece delle richieste Piazza Primo Maggio o Piazza Martiri della Libertà. 

Per tutta risposta, il comitato organizzatore ha scritto una lettera aperta al’attore Marco Paolini. Perché, vi chiederete? Perché, sostengono gli organizzatori, "la motivazione (del rifiuto, ndr) sarebbe un’altra.  Le piazze richieste sono entrambe occupate per la presenza di un reading di Marco Paolini, che però si svolgerà all’interno del teatro adiacente alle piazze e solo in caso di pioggia o di malfunzionamento della funivia, dato che lo spettacolo era stato pensato all’aperto nella parte alta di Biella". Ed ecco allora che il comitato ha scelto di andare direttamente alla fonte del ‘problema’. 

"Non ti scriviamo per coinvolgerti – si legge nella lettera -, ma solo per informarti su cosa sta accadendo e sul buffo e un po’ ipocrita tentativo di usare la tua presenza biellese contro le nostre richieste, perché pensiamo che tu non ne sia al corrente". La lettera prosegue raccontando il ungo botta e risposta fatto di richieste, dinieghi e interrogazioni parlamentari, al solo scopo di far sì che Paolini sappia "che il Comune ha arruolato il tuo spettacolo e i tanti che verranno a sentirti, tra i ‘potenziali disturbati’ dalla ‘minoranza’ del Pride: scommettiamo che non te l’aspettavi!".

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...