Bologna: parte “Immaginaria” festival lesbo

di

Da oggi al primo marzo la rassegna di cinema riservata alle sole donne.

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
596 0

BOLOGNA – Sessanta film provenienti da 16 diversi paesi, tra cui sei presentati in anteprima mondiale e ben quindici in anteprima europea, per raccontare sul grande schermo l´amore fra donne. Da oggi al 2 marzo il cinema Nosadella ospita l´undicesima edizione di «Immaginaria», la rassegna curata dall´associazione Visibilia che propone il meglio della produzione mondiale a tematica lesbica e femminista, il cui ingresso è riservato alle sole donne. Per l´Italia vedremo per la prima volta «Papayoni», il nuovo documentario di Cristina Vuolo e Federica Tuzi girato nella valle di Kathmandu sulla vita degli abitanti del luogo, la condizione della donna e la sua discriminazione sociale e religiosa (oggi alle 18 in Sala 1) e «Lavori in corso» di Irene Rubini, un ritratto di Carla Corso, presidente del Comitato per i diritti civili delle prostitute (domani ore 12, Sala 2). Tra le pellicole più interessanti vengono segnalati «Blossoms of Fire» di Maureen Gosling per il Messico (un documentario sulle leggendarie donne di Oaxaca nello Yucatan) e «Children of the crocodile» di Marsha Emerman per l´Australia. Per informazioni: www.immaginaria.org e 051331506.

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...