Bologna: punto su Aids e malattie infettive

di

Da domani fino al 27 settembre, a Bologna, il II Congresso nazionale Simit (Societa' italiana di malattie infettive e tropicali)

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
671 0

BOLOGNA – A che punto è la ricerca nella lotta alle malattie infettive? E’ davvero finita l’emergenza Sars? A queste domende cercherà di rispondere da domani fino al 27 settembre, a Bologna, il II Congresso nazionale Simit (Societa’ italiana di malattie infettive e tropicali). L’appuntamento, al Palazzo Re Enzo, vedra’ riuniti a Convegno i maggiori esperti italiani di infettivologia – oltre 800 iscritti – per fare il punto sulle piu’ recenti acquisizioni in questo settore.
Si parlera’, dunque, della cosidetta polmonite atipica, dell’attuale situazione internazionale e dell’esperienza italiana maturata durante l’epidemia della primavera scorsa nel Sud-Est Asiatico e in Canada. Verranno, inoltre, presentati gli ultimi dati sulla pandemia della sindrome da immunodeficenza acquisita, ed esposte le piu’ recenti conoscenze in merito alla terapia dell’infezione da Hiv. Si valutera’ anche la fattibilita’ di tale terapia nei paesi in via di sviluppo e i risultati ottenuti dalla sperimentazione attualmente in corso sul nuovo vaccino anti-Hiv basato sulla proteina ricombinataa Tat.
Nel programma del convegno anche le epatiti virali croniche, il punto sulla patogenesi, storia naturale e trattamento. Specifici seminari affronteranno, infine, le tematiche delle infezioni nel paziente trapiantato, della resistenza batterica agli antibiotici, delle malattie infettive riemergenti e delle nuove metodiche diagnostiche in ambito infettivologico. Il Congresso e’ organizzato dal professor Francesco Chiodo direttore dell’unita’ operativa Malattie Infettive dell’Azienda Ospedaliera di Bologna.

Leggi   Karl Schmid, inviato della ABC fa coming out: 'sono sieropositivo, basta tabù: non abbiate paura'
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...