Bossi niente adozioni ai gay

di

Nuove affermazioni contro il riconoscimento delle coppie gay del leader di Lega Nord.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
552 0
552 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Nuove uscite omofobe di Bossi, che rende sempre più difficile la sopportazione di questa estenuante campagna elettorale. Chiamato a esprimersi sul governo dell’Europa, il leader della Lega Nord ha accusato l’organo dell’Unione di essere in mano ai «tecnofili, un super stato governato dai tecnocrati». Sorprende ricordare che proprio la Lega Nord era negli anni passati protagonista di una guerra acerrima contro la categoria dei politici: insomma no ai politici, no ai tecnocrati, e soprattutto no ai figli in adozione alle coppie omosessuali. Questo è uno dei punti che Bossi rinfaccia al governo dell’Unione Europea, essere disposto a dare i bambini in mano agli omosesuali; «e magari anche ai pedofili», aggiunge, riconfermando l’infondata assimilazione tra omosessualità e pedofilia.

Come per smorzare i toni, il senatur afferma: «Poi per quanto riguarda il sesso, io non ho nulla contro l’omosessualità. Sono contro il fatto che si possa dare un bambino in adozione a una coppia gay, come hanno tentato di fare. Noi siamo per la difesa della famiglia naturale, uomodonna».

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...