Brasile, omofobia: una persona LGBT uccisa ogni 25 ore

di

L'esito davvero preoccupante di un sondaggio sul Paese dell'America Latina.

CONDIVIDI
88 Condivisioni Facebook 88 Twitter Google WhatsApp
7496 0

Non si arresta il problema dell’omofobia in Brasile. L’associazione Gruppo Gay di Bahia (GGB) ha stilato un sondaggio davvero preoccupante secondo il quale una persona LGBT verrebbe uccisa ogni 25 ore: in particolare, durante il 2016 sono stati uccisi 343 membri della comunità LGBT in tutto il Paese, sempre in circostanze di omotransfobia.

Secondo questo sondaggio 173 uomini gay, 144 persone trans, 10 lesbiche, 4 bisessuali e 12 etero vicini alla comunità LGBT sono stati assassinati solo durante l’ultimo anno. Il 50% delle vittime è stato ucciso da ignoti. Numeri che non sono stati diramati dal Governo, perché il Brasile non registra i crimini a sfondo omofobico.

Questi numeri allarmanti sono la punta di un iceberg di violenza e sangue”, ha dichiarato Luiz Mott, che ha raccolto i dati dell’indagine shock sull’omofobia in Brasile. Numeri che dimostrano come i crimini contro la comunità LGBT siano costantemente in crescita, con il 2017 che non promette cambi di marcia. Ad oggi, infatti, sono state assassinate 23 persone LGBT (quindi in 28 giorni).

Il clima d’altronde non è dei più tranquilli, soprattutto a Rio De Janeiro, dove è stato eletto a sindaco un ultraconservatore evangelico, tale Marcelo Crivella, che attribuisce l’omosessualità ad “aborti mancati”.

In Brasile già da tempo non mancano le reazioni originali: nel luglio 2015 una coppia brasiliana ha posato nuda per le strade di San Paolo del Brasile per protesta contro l’omofobia dilagante nel Paese. Felipe e Marlon spiegarono così il loro gesto dal forte valore simbolico: “Un gesto di libertà, essere nudi per strada, che si spiega da solo e mostra tutta la debolezza della città. Dobbiamo essere utopisti e ripensare ad una città spogliata dai pregiudizi, adorabile anche sotto un cielo grigio, completa per via delle differenze e rispettosa a causa delle diversità”.

Leggi   "Fingersi gay sulla gente", il video di Matt&Bise si attira le critiche della rete
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...