Brasile: sul condom, la Chiesa è “criminale”

di

Il direttore del programma anti-Aids brasiliano, ha attaccato la posizione della Chiesa cattolica, affermando che sostenere l'inefficacia del preservativo equivale a "un crimine contro l'umanità".

CONDIVIDI
Facebook Twitter Google WhatsApp
579 0

BRASILIA – Il direttore del programma anti-Aids brasiliano, Alexandre Grangeiro, ha attaccato duramente la posizione della Chiesa cattolica, contraria all’uso del preservativo, affermando che sostenerne l’inefficacia protettiva equivale a “un crimine contro l’umanità”.
Il mese scorso, l’arcidiocesi di Rio de Janeiro aveva minacciato un’azione legale per bloccare un video per la prevenzione all’Aids che invita a impiegare il preservativo affermando “è un peccato non usarlo”.
Il cardinale Geraldo Majella Agnelo, presidente della Conferenza episcopale brasiliana, aveva obiettato che “ricerche scientifiche mostrano che c’è una percentuale significativa di infezioni, anche col preservativo”.

Leggi   Karl Schmid, inviato della ABC fa coming out: 'sono sieropositivo, basta tabù: non abbiate paura'
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...