Bruxelles: Europarlamento per i diritti gay

di

Il Parlamento Europeo ha approvato ieri una risoluzione in cui si sostiene la posizione brasiliana che chiede alle Nazioni Unite di tutelare i diritti delle persone omosessuali.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


BRUXELLES – Il Parlamento Europeo ha discusso e approvato ieri, 10 febbraio 2004, la Risoluzione sui “Diritti, priorità e raccomandazioni dell’Unione Europea per la 60esima Sessione della Commissione delle Nazioni Unite sui Diritti Umani” che si svolgerà dal 15 marzo al 23 aprile prossimi. Durante questa Sessione, dovrà essere discussa la Risoluzione Brasiliana che chiede di riconoscere i diritti umani delle persone con diverso orientamento sessuale, e che non è stata votata durante la scorsa Sessione del 2003 a causa dell’opposizione dei paesi islamici e del Vaticano.
Il testo approvato ieri corrisponde alla Risoluzione originale votata il 27 gennaio scorso dalla Cmmissione Affari Esteri del Parlamento Europeo, ma con alcuni miglioramenti. Oltre a chiedere all’Unione Europea di sottoscrivere la Risoluzione Brasiliana, e di lavorare perché altri paesi la supportino, seguendo una proposta avanzata dal Gruppo Verde, è stato introdotto l’articolo 21 che recita: “Chiede all’Unione Europea di sostenere una piena integrazione di una prospettiva di genere attraverso il sistema delle Naioni Unite”.
Joke Swiebel, eurodeputata olandese e presidente dell’Intergruppo per i Diritti di Gay e Lesbiche al Parlamento Europeo, ha sottolineato l’importanza del lavoro del gruppo Verde e dei Radicali per l’approvazione del testo.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...