Budapest: la polizia vieta il Pride

di

Il capo del corpo di polizia della capitale ungherese ha motivato la scelta con possibili problemi di viabilità. Protestano le associazioni organizzatrici e l'ex ministra delle Pari Opportunità.

983 0

La polizia di Budapest ha negato l’autorizzazine alla parata del Gay Pride, prevista per il 5 luglio prossimo nella capitale ungherese. Il provvedimento è stato ripreso dall’agenzia di stampa Mti e dal sito web ufficiale del Pride www.pride.hu.

Secondo quanto scrive pride.hu, il capo della polizia Gabor Toth ha motivato la decisione col fatto che la manifestazione avrebbe creato gravi disagi nelle principali arterie di comunicazione della capitale magiara.

Le 15 organizzazioni gay impegnate nei preparativi della manifestazione hanno scritto e firmato una lettera di protesta contro la decisione del capo della polizia di Budapest. Forte condanna per la decisione delle autorità di polizia è stata espressa anche dalla parlamentare Katalin Levai, ex ministro delle Pari opportunità.

Leggi   Tanzania, il ministro degli Interni: "Arresteremo chi difende gli omosessuali"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...