Carugo (FI): "Condom inutili contro l’Aids"

di

Il consigliere milanese boccia così il piano anti-Aids presentato da Tiziana Maiolo. "E poi - aggiunge - la Maiolo vuole dare fondi ad Arcigay..."

534 0

Secondo Stefano Carugo, consigliere comunale di Forza Italia di Milano, dell’area di Comunione e liberazione, «è assurdo che il Comune spenda soldi pubblici per distribuire a pioggia preservativi e siringhe, quando non è assolutamente dimostrato che questi interventi abbiano qualche efficacia nella lotta all’Aids». E così il consigliere boccia senza appello il piano Aids che ieri Tiziana Maiolo, assessore alle Politiche sociali ha presentato nella commissione Servizi sociali.

Non il solo Carugo si è espresso contro il piano, ma molti consiglieri della maggioranza, così che l’assessore ha deciso di sospendere il progetto, per il tempo necessario a fare le integrazioni richieste in commissione. «Ciascuno è libero di pensare quel che vuole sui profilattici, ma il piano segue le direttive dell’Unione europea — dice la Maiolo — quindi non vedo il motivo di tanto rumore. Per ora la lotta all’Aids si fa soprattutto con la prevenzione. Comunque la giunta ha già approvato la delibera e penso non ci saranno ulteriori discussioni».

«Per noi della sinistra il piano va bene — spiega Marco Cormio, consigliere ds — l’assessore è stata messa sotto tiro da uomini del suo stesso partito per motivi che sembravano più politici che tecnici». Ma il consigliere Carugo insiste: «L’ideologia non c’entra. Dico solo che il Comune non deve spendere per installare macchinette scambiasiringhe e distributori di preservativi, quando questi prodotti si trovano senza difficoltà in farmacia. E poi, la Maiolo vuole dare fondi anche all’Arci Gay, che finanzia anche i Gay games, i giochi degli omosessuali: questo mi pare veramente eccessivo. Quel piano va rivisto».

Leggi   Hiv e Aids in Italia: i numeri aggiornati
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...