Casini: “Sono rivoluzionario, niente adozioni né matrimoni”

di

Il leader UDC twitta sul matrimonio tra uomo e donna e poi parla in un'intervista di adozioni e famiglie eterosessuali salvo concedere alle coppie gay particolari "tutele giuridiche".

1327 0

"Per noi il matrimonio è quello tra uomo e donna, ma non siamo contrari all’introduzione di alcune tutele giuridiche per coppie omosessuali". E’ questo il tweet di Pierferdinando Casini, leader UDC, pubblicato sul social network ieri e che ha conquistato più di 60 retweet. Non tutti per stima, forse, visti anche i commenti non proprio positivi che alcuni utenti gli hanno riservato dopo il "cinguettìo".

Nella giornata di oggi, però, il segretario del partito cattolico è tornato su quella frase incalzato da un giornalista che lo intervistava su Radiodue dove era ospite della trasmissione 28 minuti. "Sarò rivoluzionario ma penso ancora che ci voglia un uomo e una donna per fare una famiglia"., ha detto. "Sono fermamente contrario alle adozioni da parte delle coppie gay", ha poi aggiunto il leader Udc, dicendosi comunque convinto che anche le coppie conviventi vadano "tutelate".

Flavia Madaschi, portavoce nazionale AGEDO, associazione dei genitori di omosessuali, ha risposto che "il Paese è anni luce avanti rispetto" alle posizioni dei politici "e necessita di soluzioni non preconcette, il caso del reparto di ostetricia dell’ospedale di Padova che ha riconosciuto due mamme gay prova questa necessità ed è un esempio di rara umanità in questo Paese".

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...