Catania: contro l’Aids, baci agli incroci

di

Coppie di gay, lesbiche ed eterosessuali si sono date appuntamento ad alcuni tra i più importanti crocevia della città per inscenare una singolare iniziativa. Arcigay: "Solo commenti positivi"

La Giornata Mondiale contro l’AIDS ha scatenato la fantasia di associazioni e gruppi che hanno promosso iniziative, camapgne ed eventi tra i più diversi e originali. E’ il caso di Catania dove, in tre diversi incroci della città, coppie gay, lesbiche ed etero si sono incontrate per scambiarsi lunghi e appassionati baci. Tra gli sguardi sorpresi e stupiti dei passanti, a semaforo verde, i ragazzi si sono fermati sulle strisce pedonali ed hanno iniziato a baciarsi.

"Baci all’incrocio, la natura non è mai una vergogna", questo il nome dell’iniziativa, è stata voluta dal circolo etneo dell’Arcigay. "Tranne qualche vecchietto che scuoteva la testa abbiamo ricevuto commenti positivi – ha dichiarato a ‘Catania Oggi’ Stefania Licciardello, presidente provinciale di Arcigay -. Tante volte siamo noi ad avere preconcetti e la gente è più avanti. La nostra iniziativa è anche un mezzo di prevenzione contro l’Aids partendo da strumenti che non sono soltanto tecnici ma da un fatto sentimentale ed affettivo".

Leggi   Vittorio Sgarbi candidato in Sicilia: "Vladimir Luxuria assessore al Turismo"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...