Chiamò lo steward "omosessuale demoniaco".

di

Rischia fino a vent'anni di carcere un uomo di 55 anni che assalì uno steward gay dell'American Airlines definendolo "omosessuale demoniaco".

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
983 0
983 0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


Un americano di 55 anni ha insultato uno steward gay, chiamandolo "omosessuale demoniaco". Al suo processo, si è dichiarato colpevole invocando l’insegnamento della Bibbia per giustificare il suo gesto.

Curtis Garrett, un chiropratico in pensione di Los Angeles, era passeggero di un volo American Airlines tra Miami e la Repubblica Dominicana nell’ottobre del 1998 quando ha attaccato lo steward.

Il suo atteggiamento nei confronti dell’assistente di volo, che ha chiamato "omosessuale demoniaco", ha provocato l’intervento del copilota, che ha lasciato la cabina di pilotaggio per calmarlo. Il passeggero allora ha tentato di intimidire i due uomini.

"Ho citato le parole della Bibbia – ha spiegato al giudice – Il solo modo per toccare un’anima persa è di utilizzare le parole di Dio".

L’uomo, che è in prigione dal momento del suo arresto avvenuto a Los Angeles il marzo scorso, è passibile di 20 anni di prigione, ma la condanna dovrebbe essere più leggera.

di Gay.com

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...