Cile, candidati alla presidenza aprono a unioni gay

di

I due candidati elle elezioni presidenziali cilene sono divisi su molti temi tranne quello delle unioni civili. Chiunque venga eletto promette di varare una legge per le coppie...

1136 0

I due principali candidati alla presidenza cilena, il candidato del centrosinistra Eduardo Frei e l’imprenditore Sebastian Piñera, sostenuto dalla destra, si sono detti favorevoli a un riconoscimento delle unioni omosessuali. Il primo a intervenire sul tema è stato Frei, ex capo di Stato e candidato della coalizione che governa il Paese dalla fine della dittatura, che nel corso di un incontro con delgi studenti nella città di Concepcion ha sostenuto: «Queste situazioni si producono nella società e credo che debbano essere regolate. Per questo ritengo che sia importante cercare delle soluzioni alle problematiche relative alle unioni tra persone dello stesso sesso».

Una possibilità che ha trovato il consenso di Piñera, leader della Coalicion por el cambio: «Dobbiamo difendere i diritti di tutte le persone, senza discriminazioni legate all’orientamento sessuale. Per questo sono convinto che sia necessario legiferare per garantire diritti civili ed economici, come la salute e le questioni legate alla successione, per le coppie omosessuali».

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...