Cina, il governo amette l’epidemia di Aids

di

Da Pechino per la prima volta arriva l'ammissione: i sieropositivi superano il milione.

671 0

PECHINO – Allarme del governo cinese sull’Aids: il virus si sta diffondendo sempre piu’ rapidamente, il numero di sieropositivi e’ oltre un milione, la Cina e’ entrata nel momento di epidemia.

In una conferenza stampa oggi a Pechino, il capo dell’ufficio per il controllo della malattia del ministero della sanita’ cinese Qi Xiaoqiu ha reso noto che i sieropositivi accertati in Cina – dal primo caso scoperto nel 1985 alla fine di giugno 2002 – sono 30.736. Di questi, 1.594 sono malati di Aids; 684 le persone morte. Ma il governo, per la prima volta, ammette che e’ possibile che il numero reale dei sieropositivi abbia superato un milione.

Finora, Pechino era stata molto prudente nel diffondere dati ufficiali sulla gravita’ dell’epidemia. L’annuncio di oggi rappresenta un significativo aumento delle stime del governo cinese sulla diffusione della malattia che per molto tempo e’ stata minimizzata. Ma le Nazioni Unite ed altre organizzazioni internazionali ritengono che il dato reale sia ancora piu’ elevato.

In particolare l’Onu prevede che 10 milioni di cinesi saranno contagiati entro il 2010. Per prevenire la diffusione dell’Aids tramite trasfusioni di sangue infetto, il governo cinese, ha detto oggi Qi, ha approvato un piano per la prevenzione, con uno stanziamento di 2,25 milioni di yuan (un euro e’ pari a 8 yuan) per costruire e migliorare 459 centro trasfuzionali e banche del sangue in tutte le regioni del paese.

Leggi   Signorini spiega perché ha attaccato Giulia De Lellis, i fan dell'ex corteggiatrice si scatenano: "Fr*cio di merda"
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...