Cina: liberato Wan Yanhai, attivista Aids

di

Era sparito nel nulla più di una settimana fa. Forse è stato sequestrato dalle autorità per il suo ruolo nelle campagne che hanno svelato il silenzio del governo...

564 0

PECHINO – Wan Yanhai, attivista simbolo della lotta all’Aids in Cina sparito nel nulla più di una settimana fa, è tornato a Pechino. Lo riferisce il notiziario online Nadir Notizie, secondo il quale il silenzio dei suoi famigliari e dei volontari delle campagne anti Aids alimenta il sospetto che sia stato sequestrato dalle autorità cinesi e "interrogato" sul suo ruolo nelle campagne di sensibilizzazione che hanno svelato al mondo intero il colpevole silenzio del governo cinese sulla diffusione dell’epidemia nel Paese.

Wan Yanhai è al centro delle campagne di sensibilizzazione sull’Aids fin dal 1994, quando fu costretto a lasciare il suo impiego presso l’ufficio sanitario nazionale perché difendeva troppo i diritti dei gay e dei sieropositivi. Da allora, Wan si è occupato di denunciare il silenzio del governo sull’epidemia in corso in Cina: dove il virus ha già infettato 1,5 milioni di persone.

di Nadir notizie

Leggi   "Convivo da oltre 30 anni con l'HIV": Rosaria Iardino, la storica attivista del bacio anti-stigma
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...