Cina: sì a matrimoni per trans, no ai gay

di

Dal primo ottobre nella provincia nordoccidentale del Gansu, i transessuali saranno autorizzati a sposarsi. Il matrimonio resta, invece, un tabu' per quindici milioni circa di omosessuali.

CONDIVIDI
0 Condivisioni Facebook Twitter Google WhatsApp
0

Clicca mi piace per non perdere nemmeno una notizia.


PECHINO – Dal primo ottobre nella provincia nordoccidentale del Gansu, nella Cina nordoccidentale, i transessuali saranno autorizzati a sposarsi. Il matrimonio resta, invece, un tabu’ per quindici milioni circa di omosessuali.
Per poter convolare a nozze i transessuali dovranno dimostrare di aver subito interventi chirurgici per cambiare sesso, fornire la nuova identita’ ai commissariati e cambiare l’identita’ sessuale all’anagrafe e sui documenti. La nuova legge sul matrimonio consentira’ anche ai malati di Aids di sposarsi e cancella l’obbligo di avere il permesso preventivo del datore di lavoro.

Tutti gli articoli su:


Commenta l'articolo...