Cina: via al primo studio su omosessualità e AIDS

di

Uno studio senza precedenti su omosessuali e Hiv/Aids è stato avviato in Cina, a testimonianza del cambiamento di rotta di Pechino nei confronti delle politiche di prevenzione.

532 0

PECHINO – Uno studio senza precedenti su omosessuali e Hiv/Aids è stato avviato in Cina, a testimonianza del cambiamento di rotta di Pechino nei confronti delle politiche di prevenzione alla diffusione del virus. Il centro sanitario della provincia nordoccidentale di Hailongjiang ha raccolto 1.500 questionari per monitorare la percentuale di popolazione omosessuale e tra questi quella di persone affette da Hiv. La ricerca è stata realizzata attraverso la distribuzione dei moduli, rigorosamente anonimi, tramite internet. Parlare di Aids e omosessualità in Cina è ancora un grande tabù, nonostante molti passi avanti siano stati fatti da quando il premier Wen Jiabao si è fatto ritrarre mentre stringeva le mani a un malato di Aids e alla conferenza mondiale di Bangkok del mese scorso ha ammesso per la prima volta l’emergenza dell’epidemia nel Paese.

Leggi   HIV, nessun contagio se ci si cura: lo studio che lo conferma
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...