Città più LGBT friendly al mondo, vola Madrid: in classifica anche Roma e Milano

di

Le due italiane sono tra le prime 100: la bassa posizione è dovuta (anche) alle mancate tutele a livello nazionale.

CONDIVIDI
89 Condivisioni Facebook 89 Twitter Google WhatsApp
5934 0

Madrid è la città più gay friendly al mondo: il dato emerge da un sondaggio internazionale condotto da Nestpick, piattaforma digitale olandese per gli affitti a medio e lungo termine da poco entrata anche sul mercato italiano.

I ricercatori hanno chiesto a 2500 membri delle comunità LGBT degli 80 Paesi presi in esame una valutazione di alcuni criteri (facilità di incontri, vita notturna e apertura degli altri cittadini) a cui sono stati aggiunti altri due indicatori: sicurezza (attraverso l’analisi dei dati della polizia sui cosiddetti crimini d’odio) e la tutela dei diritti LGBT a livello nazionale. Il risultato è in un elenco delle 100 migliori città LGBT al mondo.

Tra queste figurano due italiane, anche se in posizioni piuttosto basse: Roma è 84esima, Milano 87esima. Su un massimo di 25 punti, Milano se la passa meglio sotto il profilo della sicurezza, mentre Roma spicca per facilità di incontri. A pesare sulla posizione in classifica, ad ogni modo, è la scarsa tutela dei diritti LGBT a livello nazionale.

In testa alla classifica generale brilla Madrid, seguita a ruota da Amsterdam, Toronto, Tel Aviv e Londra. New York conferma il primato per facilità di incontro (seguita da Berlino, Londra, Parigi e Los Angeles), Berlino è la numero uno per vita notturna (seguita da Londra, New York, Melbourne e Madrid), mentre sul fronte dell’apertura degli stessi cittadini inseguono tutte San Francisco. Monaco vince in ambito sicurezza (con Mykonos e Ibiza).

Nel presentare i risultati della ricerca, il managing director di Nestpick, Omer Kucukdere, ha sottolineato che tutte le città più eccitanti del mondo sono sempre caratterizzate da una forte comunità LGBT.

Leggi   Ex pompiere fa causa al dipartimento: 'mi chiesero di fare sesso con una spogliarellista per dimostrare la mia eterosessualità'
Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...