Convegni: i PACS nel sistema di diritto

di

A Venezia mercoledì 25 ottobre in un convegno vengono esposte le implicazioni giuridiche delle unioni civili.

VENEZIA – La società sta cambiando e il diritto con essa. Le unioni civili intese come stabile convivenza di due persone che, pur essendo legate da vincoli affettivi, non possono o non vogliono accedere all’istituto del matrimonio, sono ormai una realtà sempre più consolidata e diffusa, riconosciuta e in parte già tutelata da numerose pronunce giurisprudenziali. Se, dunque, non è nuova la questione della tutela dei conviventi, lo è la forma di intervento oggi proposto: un contratto tipico denominato Patto Civile di Solidarietà. Per i giuristi è dunque forte l’esigenza di capirne la natura, i meccanismi di funzionamento e le implicazioni che ciò potrà avere nel sistema giuridico.
Di tutto questo si parla nel convegno I PACS nel sistema di diritto, che si tiene mercoledì 25 ottobre a partire dalle ore 16 presso lo Studium Generale Marcianum, Dorsoduro 1 a Venezia.
Il programma prevede un’introduzione del tema con una relazione generale di carattere sociologico del professor Louis Okulik dell’Istituto di diritto canonico S. Pio X. A seguire “I PACS nel quadro dei nuovi diritti della persona” del professor Paolo Cendon, ordinario di diritto privato all’Università di Trieste. Poi “I PACS nel panorama del diritto internazionale” della dottoressa Eliana Moranti, Notaio in Udine e infine un intervento programmato del dottor Francesco Bilotta, ricercatore di diritto privato all’Università di Udine. Il convegno è organizzato dall’Unione Giuristi Cattolici di Venezia con il patrocinio del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati di Venezia, il sito Persona e Danno e lo Studium Generale Marcianum presso il quale il convegno stesso si svolge. (RT)

Tutti gli articoli su:

Commenta l'articolo...